Hello Folks! Welcome to Our Blog.

La squadra di coach Williams si conferma la migliore in Nba

La squadra con il miglior record va a fare visita a quella con il secondo peggiore, dopo Orlando della Nba. Quello dei Pistons è stato un match decisamente complicato con 10-32, diventa un Tourmalet con Booker che trova subito ritmo al tiro e diventa immarcabile per la difesa della squadra di Detroit. Alla fine i Suns, con 33-9, si proclamano vincitori, con 135-108. Se oltre al basket segui anche il calcio, qui puoi leggere tutte le curiosità di Davide Calabria, il difensore del Milan.

Ottimo Booker

La partita è iniziata con un ritmo altissimo e con gli attacchi che hanno la meglio sulle difese. A livello offensivo Booker fa quello che vuole. Il rookie delle meraviglie, ovvero Cunningham prova a rispondere e con l’ingresso di Lyles poi Detroit sembra sempre avere l’opportunità di trovare buone soluzioni in attacco, ma nel secondo quarto cambio di registro per la difesa di Phoenix. Ayton getta la spugna a causa di un problema alla caviglia destra, i Suns però difendono decisamente meglio nel secondo periodo, prendendo in mano le redini del match. I padroni di casa provano a tenere il ritmo alto, ma si tratta di un grosso rischio per loro contro i CP3 e compagni, che puntualmente puniscono la difesa di Detroit, concedendo decisamente meno rispetto ai primi minuti del match. Anche quando torna sul parquet, Brooklin è ancora caldissimo, a metà del secondo quarto, Phoenix chiude il primo tempo in crescendo e va così avanti per 10 lunghezze dopo aver tirato con un eccellente 60% dal campo durante il primo tempo. All’ intervallo, nel frattempo, Booker ha già 21 punti a referto, grazie ad un ottimo 9/11 al tiro. No Ayton no problem: McGee si esalta ad inizio ripresa, e con dieci punti nei primi cinque minuti del terzo quarto, porta gli ospiti ad un eccellente +19. Il resto è tutto accademia, con i Suns che diventano i protagonisti decisivi della gara. Da segnalare soltanto il secondo tecnico per Cunningham, che lo porta quindi sotto la doccia anticipatamente. Il match si chiude così: Detroit con Cunningham 21, Joseph 21, Diallo 10. Rimbalzi: Stewart 6. Assist: Joseph 7. Riguardo la squadra di Phoenix: Booker 30, McGee 20, Payne 20. Rimbalzi: Crowder 11. Assist: Paul 6.

Vorresti un sito di giochi online? Ecco https://topcasino.me/

Già dal primo tempo i Suns si preannunciavano vittoriosi

Tutto facile quindi per i Suns, che a Detroit raccolgono la vittoria numero 33 della stagione, battendo facilmente i Pistons, superando quota 100 punti in tre quarti. Booker, in particolare, ha firmato uno straordinario gioco da tre punti, nonostante la distorsione alla caviglia. Detroit però non si è scomposta. Saddiq Bay si iscrive alla partita con due triple in fila per tornare a -1, ma Phoenix nuovamente ricaccia indietro gli avversari. Booker proclama il suo sensazionale primo quarto chiudendolo a quota 15 con il canestro del 39-35-

 

Leave a Reply

Firenze News
Recent Comments